Principi fondanti del Free Knowledge Institute

Il Free Knowledge Institute si basa su un insieme di pensieri e idee comuni su una società della libera conoscenza. Quei principi, descritti in questa pagina, sono quelli che definiscono e specificano le priorità e attività di FKI.

1. Condivisione della conoscenza

FKI condivide, crea, stimola e promuove la conoscenza libera in tutte le sue forme. La conoscenza condivisa liberamente ha un importante valore sociale, è accessibile a tutti gratuitamente e può essere usata, adattata, modificata e tradotta senza restrizioni.

2. Reciprocità

Il nostro lavoro si basa su principi scientifici, secondo la tradizione scientifica di condivisione della conoscenza per la reciproca crescita culturale. I partecipanti condividono il loro lavoro aspettandosi che chi ne farà uso er  produrre nuova conoscenza farà lo stesso. Questo principio di reciprocità è insito nella scienza e nella filosofia del Software Libero, ed è quello che definisce il concetto stesso di Copyleft, in alternativa al copyright. Il Free Knowledge Institute applica questo principio per tutte le sue pubblicazioni, applicazioni software e risorse educative.

3. Libertà

Il termine "Libero" del Software Libero si riferisce alla libertà di utilizzo e condivisione, non al prezzo. Il Free Knowledge Institute applica la stessa definizione di "libero" a tutti i materiali che produce, consentendone l'uso a terzi anche per scopi commerciali.

4. Software Libero (Free Software) e Open Source

Il termine Free Software, tradotto in Italiano come Software Libero nel senso descritto nel punto precedente, venne definito per la prima volta a gennaio 1989 nei bollettini del progetto GNU, e nel 1992 venne proposto come suo sinonimo inglese quello di Libre Software (a causa dell'ambiguità in quella lingua fra le parole "free" e "gratis"). Nel 1997 il termine venne definito in maniera precisa nelle linee guida del progetto Debian (DFSG, ovvero "Debian Free Software Guidelines") che l'anno successivo vennero usate come base per la definizione di "Open Source" ( in Italiano, letteralmente, "sorgente aperta"), proposto come versione "marketing" di Free Software". Questo ha portato in seguito a combinare i due termini nelle sigle FOSS (Free/Open Source Software) e FLOSS (Free/Libre and Open Source Software).

Il Free Knowledge Institute usa e promuove i termini Free Software e Software Libero per varie ragioni. Una è che adottare la prima definizione proposta per un certo concetto o pratica è, in generale, buona pratica scientifica. Il termine Free Software è anche quello che mette in piena evidenza l'aspetto fondamentale dell'idea quello che la definisce davvero, e cioè la libertà di modificare, condividere eccetera. Per questo, dal nostro punto di vista, è quello che trasmette meglio ciò su cui si basa FKI, ovvero la libertà.

5. Standard Aperti

Gli standard aperti sono alla base dell'interoperabilità fra programmi software, o in generale prodotti di qualsiasi categoria ma di fornitori diversi. Gli Standard aperti sono fondamentali per permettere sia la trasmissione di conoscenza senza barriere artificiali, sia la libera concorrenza, poichè solo grazie a loro gli utenti finali di un software non sono più "prigionieri" da formati e specifiche segreti e controllati da una sola azienda.

Il Software Libero tende a usare standard aperti, e a contribuire alla loro definizione, perché per definizione è composto da specifiche disponibili a chiunque, e l'accessibilità del codice sorgente promuove dibattiti aperti e democratici anche intorno a quelle specifiche, rendendole più robuste e interoperabili con altri prodotti.

Per questo Free Knowledge Institute si impegna nella diffusione di conoscenza degli Standard Aperti.

6. Educazione

Il Free Knowledge Institute crede che le risorse educative dovrebbero essere liberamente accessibili a tutti, e il nostro obiettivo è guarantire pari opportunità di partecipazione, nella creazione di tali risorse, a insegnanti, studenti, genitori, istituzioni pubbliche e private.

7. Not-for-profit

Il Free Knowledge Institute è una organizzazione not-for-profit, con obiettivi non commerciali, ma altri potrebbero beneficiare, anche commercialmente, del nostro lavoro.

8. Nessuna affiliazione politica

Il Free Knowledge Institute non è collegato ad alcun partito politico. Le idee di Conoscenza Libero, Software Libero e Standard Aperti sono condivise da persone di qualsiasi orientamento politico.

9. Finanziamenti

Finanziamenti e contributi economici per portare avanti le attività del Free Knowledge Institute sono, in generale, benvenuti! Il Free Knowledge Institute, comunque, non accetta finanziamenti che comprometterebbero la sua capacità di condividere, creare, stimolare e promuovere la conoscenza in maniera libera, accurata e obiettiva.

10. Organizzazione

Il Free Knowledge Institute è composto da un gruppo di persone che condividono i suoi principi fondanti, e lavorano insieme per realizzarne gli obiettivi. Il Free Knowledge Institute è guidato da un Advisory Board, diretto da un Executive Board e la sua gestione ordinaria è affidata a un gruppo esecutivo (Executive Team).

11. Alta Qualità

Il Free Knowledge Institute si impegna a rendere disponibili materiali di alta qualità, sia stimolando la collaborazione dei migliori specialisti nella sua rete di contatti, sia applicando adeguate procedure e meccanismi di controllo.

12. Trasparenza

Il Free Knowledge Institute promuove la massima trasparenza nella gestione di tutte le sue operazioni.

13. Consenso

I membri di Free Knowledge Institute si impegnano a prendere decisioni comuni tramite consenso, e comprensione dei reciproci punti di vista.

14.Sviluppo, Accessibilità, Diversità Culturale e Multilinguismo

I membri di Free Knowledge Institute si impegnano a rendere il loro lavoro accessibile a chiunque, inclusi utenti disabili o in paesi in via di sviluppo, che potrebbero avere difficoltà di accesso a banda larga e tecnologie digitali avanzate. Il nostro obiettivo è contribuire a migliorare l'educazione alla conoscenza libera nei paesi in via di sviluppo, e di aiutare i loro cittadini a esercitare i loro diritti di accesso a tecnologia e conoscenza. Di conseguenza, ci sforziamo di fornire conoscenza libera in quanti più lingue possibile.

 

Italian